IMMIGRAZIONE

In fuga da persecuzioni e miseria: battezzati e cresimati 9 rifugiati a Cattolica Eraclea

A celebrare la messa a Cattolica il vicario dell’arcivescovo di Agrigento, l’arciprete don Nino Giarraputo e il parroco don Giuseppe Miliziano

CATTOLICA ERACLEA. Nel giorno di Pasqua hanno ricevuto i sacramenti del battesimo e della comunione, ieri altro hanno invece ricevuto la cresima nove ragazzi in fuga dalla Nigeria, sbarcati a Lampedusa e rifugiati a Cattolica Eraclea. Si tratta di Ogba Machal 23 anni, Odini Lucky, 26 anni, Esebamon Henry di 22 anni; Omorotiomwan Christopher, 27 anni, Ozimide Emmanuel, 22 anni e Onu Johnson Chikaodili di 26 anni; ai quali si sono aggiunti altri tre connazionali che hanno ricevuto solo il sacramento della cresima, in quanto già battezzati nei loro paesi d’origine.

A celebrare la messa il vicario dell’arcivescovo di Agrigento, l’arciprete don Nino Giarraputo e il parroco don Giuseppe Miliziano. A fare da padrini ai migranti cresimati insieme a una trentina di cattolicesi, i parlamentari Angelo Capodicasa, Maria Iacono, Margherita La Rocca, il sindaco Nicolò Termine, il consigliere comunale Giuseppe Giuffrida e, in mancanza di altri deputati che all’ultimo momento non hanno potuto partecipare alla cerimonia, altri cittadini di cattolicesi tra cui Maria Fucale ed Erminia Soldano, Filippo Greco e Lorenzo Violante. Una cerimonia all’insegna dell’accoglienza e dell’integrazione.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook