TRIBUNALE

Agrigento, «specializzandi pagati di meno»: vincono il ricorso

Presentato dagli avvocati Giuseppina Drago e Francesco Buscaglia nell’interesse di numerosi medici

AGRIGENTO. A distanza di venti anni i medici vincono tutte le vertenze per la mancata retribuzione negli anni di specializzazione. Il tribunale di Palermo ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati Giuseppina Drago e Francesco Buscaglia nell'interesse di numerosi medici che hanno frequentato le scuole di specializzazione in medicina nel periodo compreso fra gli anni 1994 e 2006, riconoscendo il diritto al risarcimento per l'intero periodo di scuola post-laurea che non fu loro adeguatamente retribuito "in aperta violazione - hanno sostenuto i legali - delle direttive europee adottate tra il 1975 e il 1982 in materia di formazione dei medici specialisti.

Il tribunale ha condannato la Presidenza del Consiglio dei ministri ed il ministero dell'Istruzione e dell'Università al pagamento in favore dei medici della somma di 27.000 euro oltre interessi e rivalutazione monetaria sulla base del principio per cui: "In buona sostanza a ciascuno è dovuta la somma annua di 6.713,94 euro per ogni anno di corso frequentato".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X