RIFIUTI

Discarica quasi satura, chiusura inevitabile a Sciacca

di
Non è ancora arrivata dalla Regione l'autorizzazione integrata ambientale, la conferenza di servizi che si è svolta a Palermo non ha portato al via libera per l'ampliamento della discarica

SCIACCA. «Ancora pochi giorni è chiuderemo la discarica Salinella-Saraceno che è ormai arrivata al limite di capienza». Lo ha detto ieri il presidente della Srr, la società che gestisce l'impianto, Vincenzo Marinello, e per Sciacca, così come per gli altri 16 Comuni dell'Ato che conferiscono i rifiuti nell'impianto, si prevedono disagi e aumento dei costi.

Non è ancora arrivata dalla Regione l'autorizzazione integrata ambientale, la conferenza di servizi che si è svolta a Palermo non ha portato al via libera per l'ampliamento della discarica Salinella-Saraceno che, tra una settimana, dovrà essere chiusa. Alla conferenza di servizi hanno partecipato il presidente della Srr, la società che gestisce l'impianto, Vincenzo Marinello, ed amministratori dei comuni interessati. «Sciacca - dice Marinello - tra spese per il trasferimento dei rifiuti in un'altra discarica, per il conferimento degli stessi e mancati incassi della royalty dagli altri Comuni perderà qualcosa come 50 mila euro al mese».
Anche se l'autorizzazione arrivasse già la prossima settimana con i tempi di realizzazione dei lavori di circa due mesi l'impianto, per Marinello, dovrà essere chiuso.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook