AMMINISTRATIVE

Agrigento, Alessi scioglie la riserva: «Io scenderò in campo»

di
Firetto ha presentato le liste in attesa della decisione del Pd. Oggi una raccolta di firme per Marcolin sull’immigrazione. Appello di Di Rosa

AGRIGENTO. Silvio Alessi ha detto si. L'imprenditore e patron dell'Akragas, che ha vinto le primarie della coalizione "Agrigento 2020", dopo la fuoriuscita del Partito democratico e dopo una lunga pausa di riflessione, ieri ha sciolto la riserva. In una conferenza stampa, Alessi ha accettato di essere candidato della coalizione.

"L'ho sempre sottolineato e continuo a ribadirlo: io sono un uomo libero, un non politico, un imprenditore, un cittadino che ha voluto mettersi in gioco. Ho scelto di mettere la mia esperienza professionale e umana al servizio di una città, la nostra città - ha esordito Alessi - che merita di riacquistare dignità. Ho scelto di candidarmi perché ho visto in "Agrigento 2020" il progetto e gli uomini giusti per cambiare marcia e per guardare finalmente al futuro della nostra martoriata città: perché qui cresceranno i miei figli, qui cresceranno i nostri figli. Poi ha proseguito dicendo di non volere commentare quanto accaduto in questi giorni. Alessi ha dichiarato di volere andare avanti assieme agli agrigentini e "assieme a questi due uomini: Piero Marchetta e Peppe Vita che rappresentano la squadra di partenza. Un progetto unitario, coerente e trasparente.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook