SCIACCA

Sciaccamare, previsioni di 270 mila presenze

di
L’Aeroviaggi garantisce in questa nuova stagione anche le cure termali all’interno dei quattro alberghi che gestisce in contrada «Sovareto»

SCIACCA. Pasqua in città per 412 ospiti dell'hotel Cala Regina, del complesso di Sciaccamare. Arrivano dalla Francia, dalla Lombardia e alcuni gruppi anche da diverse città della Sicilia. Una settantina effettuano pure le cure termali. Al momento le cure termali, con la chiusura dello stabilimento di Sciacca, possono essere effettuate solo presso gli alberghi dell'Aeroviaggi. Il presidente, Antonio Mangia, ha programmato una stagione che prevede almeno il mantenimento delle 270 mila presenze dello scorso anno e l'impiego, con i quattro alberghi aperti, di ben 330 unità lavorative.

Tranne 12 dipendenti a tempo indeterminato gli altri sono tutti stagionali che svolgono da 6 a 8 mesi di lavoro e che nel restante periodo percepiscono l'indennità di disoccupazione. "Mantenere le posizioni - dice Calogero Napoli, direttore di Sciaccamare - è importantissimo in un momento come quello attuale". Sciaccamare, con le 270 mila presenze fatte registrare nel 2014, supera, abbondantemente, la metà dell'intero movimento turistico che si registra a Sciacca. Il programma del gruppo che fa capo all'imprenditore Antonio Mangia prevede per il 17 aprile l'apertura del Lipari e per il 20 aprile del Torre del Barone e dell'Alicudi. Il Lipari aprirà ospitando subito 250 turisti, il Torre del Barone 200 e l'Alicudi 180.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook