CALCIO

Akragas, i tifosi avevano preparato la festa

di
Gli avversari, però, hanno trasformato la sfida in una farsa. La parabola discendente della formazione beneventana sta tutta negli ultimi tre giorni

AGRIGENTO. I tifosi dell'Akragas avevano preparato tutto nel dettaglio. Davanti alla gradinata, dove da alcune settimane tifano gran parte dei gruppi organizzati, era posizionato anche uno striscione ironico dove si leggeva la scritta "Complimenti Galizia hai vinto il campionato". Il riferimento era alla dichiarazione dell'attaccante del Torrecuso che qualche settimana fa si era detto certo di vincere il torneo. Sotto la curva sud, invece, un altro striscione dal tenore diverso. Niente sfottò e ironia. Solo incitamenti. "Osare e lottare senza mai indietreggiare". Messaggi dal contenuto quasi epico, come doveva essere l'incontro di ieri.

Gli avversari, però, hanno trasformato la sfida in una farsa. La parabola discendente della formazione beneventana sta tutta negli ultimi tre giorni. Prima il comunicato con cui, a causa di non meglio precisati torti arbitrali o nella designazione delle terne, annunciavano di continuare e concludere il campionato con la formazione Juniores. Poi il silenzio delle ultime ventiquattro ore. I dirigenti dell'Akragas che cercano di capire se il Torrecuso verrà con la formazione giovanile o non verrà proprio. Fino a ieri mattina il giallo era sempre più fitto. All'esterno dello stadio era tutto pronto dalle 12. Il clima era quello delle grandi occasioni.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X