L'INCHIESTA

«Carica delle 104» ad Agrigento, i familiari dei disabili: «Noi parte civile»

di
Il procedimento, contro decine di imputati, nelle prossime settimane si aprirà davanti al giudice per le udienze preliminari del tribunale di Agrigento

AGRIGENTO. I familiari dei bambini invalidi chiedono di costituirsi parte civile contro i presunti falsi invalidi e la banda di faccendieri che ci sarebbe stata alle spalle.  L'associazione "Amici di Agrigento", nata sei anni fa, ha dato incarico all'avvocato Leonardo Marino di costituirsi in giudizio nel processo che nelle prossime settimane si aprirà dal gup.

Il legale ha scritto al pubblico ministero Andrea Maggioni, che dopo l'avviso di conclusione delle indagini si appresta a firmare la richiesta di rinvio a giudizio per centouno indagati, chiedendo di indicare la onlus come "parte offesa" in modo da potersi agevolmente costituire al processo nei confronti della presunta banda che avrebbe "fabbricato" falsi invalidi per lucrare sulle indennità previste dalla legge 104 per chi malato e disabile lo è sul serio.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X