PROCURA

Crollo del Petrulla, dissequestrato il viadotto

di
Dopo il deposito della consulenza tecnica d’ufficio, il pm Cinque ha autorizzato la rimozione dei sigilli che erano stati apposti all’intera area

LICATA. La procura della Repubblica di Agrigento ha dissequestrato, con prescrizioni per l’Anas, il viadotto Petrulla (sulla statale 626) che il 7 luglio dello scorso anno era crollato tagliando in due, di fatto, il territorio agrigentino. L’inchiesta sull’implosione del viadotto è coordinata dal pm Carlo Cinque, sostituto della procura agrigentina, con la direzione del procuratore capo Renato Di Natale e dell’aggiunto Ignazio Fonzo. Il sequestro del ponte era avvenuto il 7 luglio del 2014, lo stesso giorno del crollo, mentre ora il dissequestro è stato disposto in quanto il consulente incaricato dai magistrati ha appena depositato la Ctu, perizia con la quale esprime le proprie considerazioni riguardo alle ragioni dell’accaduto. Considerato che l’area è stata dissequestrata, ora l’Anas può appaltare i lavori di ripristino dell’arteria.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook