PALAZZO DEI GIGANTI

Costi della politica ad Agrigento, la Regione iniziò ad indagare nel 2013

di
Nel settembre del 2013, l'assessorato alle Autonomie locali aveva avviato uno screening

AGRIGENTO. Costi della politica. Già nel settembre del 2013, l'assessorato alle Autonomie locali e alla Funzione pubblica aveva avviato, e fatto realizzare, uno screening sui costi dei gettoni di presenza dei consiglieri, sulle indennità del presidente del Consiglio e sugli oneri per i permessi retribuiti ai datori di lavoro. A portare alla luce le carte della richiesta d'analisi, per il triennio 2010-2013, inviata a tutti i Comuni isolani è stato, ieri, Marcello La Scala del Meetup 5 Stelle «Valle dei Templi».

«Gli uffici del dipartimento regionale, già allora, - scrive Marcello La Scala - potevano monitorare la situazione e rendersi conto dello spreco di denaro pubblico che veniva fatto dalla maggior parte dei consiglieri comunali dei Comuni isolani. Consiglieri senza scrupoli - incalza La Scala - col solo obiettivo di arrivare a percepire il massimo consentito per legge, e se non ci riuscivano con il numero delle commissioni ricorrevano alla strategia delle deleghe. Dai dati riportati sul questionario - sottolinea La Scala - sicuramente si sarebbe visto il caso delle 1.133 commissioni di Agrigento ma si sarebbero visti anche gli altri casi come quello di Siracusa, Messina ed altri che via via stanno venendo fuori».

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X