COMUNE

Randagi da catturare nei quartieri a Sciacca: chiesto l’aiuto dei carabinieri

di
Anche ieri non è stato possibile accalappiare i cani che stanno seminando il panico alla «Perriera»

SCIACCA. Un secondo tentativo di catturare il branco di cani randagi che ha aggredito un ragazzo di 16 anni, in contrada Perriera, è andato a vuoto. Sono intervenuti gli addetti al servizio accalappiacani del Comune e anche gli operatori di una ditta muniti di fucile con anestetico. Ieri l'assessore ai Servizi a rete, Gaetano Cognata, si è recato presso la compagnia dei carabinieri, accompagnato dal responsabile del servizio, Vincenzo Saladino, per rappresentare la situazione e gli interventi che si stanno effettuando.

"Saranno svolti ulteriori tentativi - dice Cognata - per accalappiare questi cani viste le segnalazioni che ci sono arrivate. Intanto, ho voluto informare i carabinieri". Assieme al potenziamento del servizio di accalappiacani il Comune per frenare il randagismo punta anche a favorire le adozioni. Nei prossimi giorni, grazie ai volontari dell'associazione "Amici di Olivia", altri cani che si trovano presso la struttura della Multiservice saranno adottati.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X