PRESUNTA AGGRESSIONE

A Licata la partita dura un tempo, i giocatori del Ligny abbandonano

di

LICATA. È durata solo un tempo la sfida tra Accademia E. Licata e Ligny Trapani, match valido per il campionato di Promozione. Al termine del primo tempo, infatti, con il risultato sul 2 a 0 per l'Accademia, il Ligny Trapani non è rientrato in campo dopo essere stato negli spogliatoi. Al direttore di gara, il signor Giuseppe Girgenti della sezione di Agrigento, non è rimasto altro da fare, ricevuta la dichiarazione della squadra ospite che si rifiutava di scendere in campo per mancanza di sicurezza, che considerare chiusa la sfida.

I giocatori trapanesi, dopo aver fatto la doccia, si sono recati al Pronto soccorso del San Giacomo d'Altopasso e sono stati refertati i giocatori Marco Mighali e Dario Demma, un solo giorno di prognosi a dimostrazione della pochezza dell'accaduto. I giocatori , infatti, hanno dichiarato di essere stati aggrediti ma gli sono stati riscontrati un arrossamento al padiglione auricolare a Mighali ed una escoriazione a Demma.

"Quanto visto è una cosa vergognosa, ha dichiarato il presidente del Ligny Trapani che non ha voluto fornire le proprie generalità". " Non è successo assolutamente nulla, commenta il capitano del Licata, Ignazio Puccio, e nessuno è stato minacciato.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook