LOTTA AL FENOMENO

Randagismo a Canicattì, insieme comune e volontari

di
Sono una ventina i promotori dell’iniziativa che ha come obiettivo fondamentale quello di favorire le adozioni dei numerosi cani

CANICATTI'. Avviare un lavoro di squadra nel tentativo di liberare la città da uno dei più diffusi e sentiti problemi presenti e dall'altro garantire un futuro migliore ed una esistenza più dignitosa ai centinaia di cani randagi presenti nel territorio cittadino. Ha questo duplice scopo l'azione sinergica messa in campo da amministrazione comunale ed un gruppo di volontari che si propone da un lato di mettere a disposizione, non soltanto dei cittadini canicattinesi ma anche a quelli dell'hinterland, le strutture necessarie per il ricovero temporaneo di cani abbandonati o randagi e dall'altro di favorire ed incentivare una politica di "adozione" degli stessi animali entrando in contatto con i network già esistenti ed operativi su tutto il territorio nazionale. L'amministrazione comunale, per quanto riguarda il primo aspetto, si sta impegnando a far decollare ed a rendere pienamente operativo il rifugio temporaneo realizzato in contrada Calandra dove, al momento, vi è spazio per decine di cani randagi all'interno delle apposite "gabbie" acquistate nelle settimane scorse.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook