VERSO LE ELEZIONI

Agrigento, Crocetta "benedice" l'intesa con Forza Italia

di
Macedonio: «Agrigento è un malato terminale, servono bravi medici. Non scandalizziamoci se gli azzurri sono in coalizione,ma piuttosto riflettere sul perchè non siamo riusciti a coinvolgere l’Udc e Firetto»

AGRIGENTO. Forza Italia entra nella coalizione “Agrigento 2020” e sceglie le primarie per individuare il candidato sindaco della città, assieme al Partito democratico, alle forze di centrosinistra (Sicilia democratica, Mefagono, Pdr e Voce siciliana) ed al Patto per il territorio.

A sugellare l’alleanza con queste forze è stato il vice coordinatore regionale di Forza Italia, Riccardo Gallo durante una riunione che si è svolta ad Agrigento alla presenza del governatore della Sicilia, Rosario Crocetta. A confermare la presenza di Forza Italia nella coalizione “Agrigento 2020” è stato il fondatore del Patto, Piero Macedonio che afferma: «Più siamo meglio stiamo, anche Forza Italia c’è».

Quello che Macedonio ripete da tempo è appunto questo: «Agrigento è un malato terminale, per cui servono bravissimi medici e specialisti per salvare la città. Non dobbiamo scandalizzarci se Forza Italia ad Agrigento si mette insieme al Pd. Anzi, dobbiamo riflettere sul fatto che non siamo riusciti a coalizzare anche l’Udc ed il candidato Firetto. Per loro la porta è sempre aperta. Se mettiamo insieme più forza, più aggregazioni, più persone, questa città – aggiunge Macedonio – potrà uscire dal guado».

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X