SABATO 7 MARZO

«Acqua bene pubblico», un corteo ad Agrigento contro la privatizzazione

di
La città è chiamata a raccolta da Cgil, Cisl e Uil che hanno organizzato un corteo per chiedere il ritorno della gestione del sistema idrico integrato in mani pubbliche.

AGRIGENTO. Periodo di manifestazioni per Agrigento. Oltre a quella per il Cupa e quella che ha recentemente mandato a casa 30 consiglieri comunali, sabato la città è chiamata a raccolta da Cgil, Cisl e Uil che hanno organizzato un corteo per chiedere il ritorno della gestione del sistema idrico integrato in mani pubbliche.

«I sindacati - spiegano i segretari generali Massimo Raso, Maurizio Saia e Aldo Broccio - non possono che condividere la rabbia e l’amarezza di chi fa i conti, giorno per giorno, con l’enorme peso delle bollette di Girgenti Acque e con le tante criticità che questa gestione ha generato in tutti questi anni e che hanno prodotto centinaia di contenziosi cui abbiamo fatto fronte con gli uffici delle nostre organizzazioni a difesa dei consumatori e degli utenti».

Cgil, Cisl e Uil ribadiscono inoltre si essere « naturalmente al fianco dei Comitati Civici che si riconoscono anche nell’INTER.CO.PA. e a fianco di quei sindaci che sin dall’inizio hanno deciso di resistere rispetto alla cessione delle reti idriche al soggetto privato.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X