RIFIUTI

Canicattì, finito lo sciopero dei netturbini: riprende la raccolta

di

CANICATTI'. È ripreso ieri mattina il servizio di raccolta dei rifiuti solido urbani in città da parte degli operatori ecologici utilizzati dal Comune dopo la fuoriuscita dall'ente dalla Dedalo Ambiente. Dopo due giorni di sciopero, che hanno provocato numerosi disagi in diverse zone della città finite con l'essere sommerse dai rifiuti, ieri mattina i mezzi della Sap - Iseda sono tornati nuovamente in azione nel difficile compito di restituire decoro e salubrità ad una città che rischiava di incorre nell'inevitabile emergenza sanitaria.

Nonostante la fine dello stato d'agitazione dei netturbini la situazione per l'intera giornata di ieri è stata comunque difficile a causa delle cattive condizione metereologiche che di fatto hanno rallentato la raccolta dei rifiuti che sono rimasti, specialmente nelle zone periferiche, ancora lungo le strade. Le situazioni più difficili si registrano nel quartiere Oltreponte, in via Mario Saetta, via Resistenza, ed in alcune zone del centro storico dove la spazzatura non è stata ancora raccolta. Proprio per cercare di riportare al più presto alla normalità la situazione, però, sempre nella giornata di ieri è stato deciso di triplicare i turni di lavoro ed a partire da oggi la raccolta dovrebbe essere effettuata anche nelle zone rimaste scoperte. La protesta dei 57 operatori ecologici era scaturita dal mancato pagamento di diverse mensilità arretrate a causa di una serie di intoppi di natura burocratica che hanno bloccato la liquidazione del mese di gennaio e della rimanente parte della mensilità di settembre e della tredicesima.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X