PROTESTA

Turriciano: la stagione delle terme a Sciacca è a rischio

di
Ieri un vertice in prefettura con i sindacati. Il commissario liquidatore: i fondi saranno suddivisi

SCIACCA. Stagionali delle terme ieri mattina in prefettura, ad Agrigento, ma la stagione 2015 è sempre più a rischio. Lo ha detto il commissario liquidatore, Carlo Turriciano, al quale non sono ancora arrivati i fondi stanziati dalla Regione, 800 mila euro, per il pagamento delle pendenze della società verso Girgenti Acque, Enel e Inps. La fornitura di acqua e luce potrebbe essere presto interrotta.

«Quello che preoccupa maggiormente – dice il commissario liquidatore – è che, con quasi certezza, i fondi stanziati andranno non solo a Sciacca, ma anche ad Acireale. Se consideriamo che le esigenze per saldare le spettanza e per realizzare i lavori di manutenzione necessari per le strutture ammontano a una cifra di circa un milione e 100 mila euro non ci siamo proprio. E poi – aggiunge Turriciano – abbiamo ricevuto una richiesta di un milione di euro dall’azienda delle terme. Noi continuiamo a pagare per cause di lavoro perse dall’azienda e che si riferiscono, addirittura, a periodi nei quali la società non era stata neppure istituita. Così non si può andare avanti».

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook