DIREZIONE ANTIMAFIA

Omicidio di Naro, sentite decine di persone

di

NARO. Poche ore di sonno ed intere notti trascorse a sentire decine e decine di persone. Da lunedì sera, quando due killer hanno freddato il commerciante di Naro Salvatore Terranova davanti al suo negozio di casalinghi di piazza Francesco Crispi, i carabinieri hanno trascorso ogni ora nel tentativo di venire a capo di un delitto che, nella “Fulgentissima”, ha provocato sconcerto.

A coordinare l’attività investigativa dell’Arma è la Direzione distrettuale antimafia di Palermo che, per quanto riguarda la provincia di Agrigento, fa capo al sostituto Maurizio Scalia. E, con molta probabilità, già oggi i magistrati della Dda sceglieranno il giorno in cui verrà eseguita l’autopsia sul corpo di Salvatore Terranova. L’esame autoptico, quasi certamente, si terrà nell’obitorio del cimitero di Agrigento ed a eseguirlo sarà il medico legale che verrà indicato dalla Direzione distrettuale antimafia. L’autopsia servirà a stabilire, con esattezza, in che modo è stato assassinato Salvatore Terranova, anche se la prima ispezione cadaverica (eseguita nella tarda serata di lunedì) avrebbe lasciato pochi dubbi agli investigatori. Secondo i carabinieri il commerciante di Naro è stato ucciso con due colpi di fucile, caricato a pallettoni, esplosi da distanza ravvicinata. A sparare sarebbe stata una sola arma, anche se i militari ritengono che i killer fossero due.  Alle 20.10 di lunedì scorso, secondo la ricostruzione dei carabinieri, Salvatore Terranova è uscito dal suo negozio di casalinghi ed è salito sulla sua auto, una Jaguar grigia, parcheggiata in piazza Francesco Crispi, a pochi metri dall’esercizio commerciale.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook