CELEBRAZIONI

Festa di San Gerlando ad Agrigento, ecco tutto il programma

di
Mercoledì la grande processione fino alla chiesa di San Domenico. Diocesi e Protezione civile si occuperanno dei lavori per la Cattedrale e il colle

AGRIGENTO. Non soltanto celebrazioni. Ma anche una «notte bianca» con la rievocazione dell'arrivo in città di Gerlando ed un percorso per riscoprire quel che rimane delle vestigia medioevali. Agrigento onora il suo patrono: San Gerlando. Momento culturale centrale dei festeggiamenti sarà quello di domani: la «Serata medioevale», durante la quale saranno aperti tutti i siti di interesse di via Duomo e sarà messa in mostra, al museo diocesano, la pergamena del XII secolo con la quale Ruggero I chiama Gerlando a diventare vescovo di Agrigento. Dalle 21, animazione medievale in via Duomo e piazza don Minzoni con musiche e sonetti medievali, armigeri, sbandieratori, abiti d'epoca e la rievocazione con la narrazione dell'arrivo di San Gerlando. Animazione anche davanti a Santa Maria dei Greci, prima Cattedrale di San Gerlando.

Il programma dei festeggiamenti è stato illustrato ieri al museo diocesano da don Giuseppe Pontillo, parroco della Cattedrale, e da don Carmelo Petrone. Una conferenza che è servita anche per fare il punto sul progetto di messa in sicurezza di Cattedrale e colle. La cattedrale di San Gerlando è chiusa da 4 anni. Domenica, alla cappella Ss. Crocifisso della basilica della Cattedrale, le messe alle 9 alle 11. Lunedì, alle 18, uno dei momenti celebrativi più alti: la messa con i parroci e le comunità del centro storico. Il 24, alle 17,30, il cardinale Francesco Montenegro, vescovo di Agrigento, presiederà, nel coretto della Cattedrale, i primi vespri di san Gerlando.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook