VIGILI DEL FUOCO

Notte di fuoco a Campobello e Ravanusa: bruciate due auto

di

CAMPOBELLO DI LICATA. Notte di fuoco, quella tra domenica e lunedì, a Campobello di Licata e Ravanusa. Nei due centri, che distano appena cinque chilometri uno dall’altro, le fiamme hanno distrutto altrettante auto. In un caso, quello di Campobello di Licata, per gli inquirenti non ci sono dubbi sulla natura dolosa del rogo, mentre nel secondo caso le cause sono da accertare. Il primo intervento i carabinieri, coordinati dal capitano Marco Currao, lo hanno eseguito a Campobello di Licata. Intorno alle 2 del mattino di ieri, infatti, l’allarme è scattato in via Indipendenza, zona non lontana dal centro storico.

Qui i residenti dell’arteria hanno segnalato un’auto in fiamme. I carabinieri della stazione cittadina si sono precipitati sul posto ed hanno trovato un’Alfa 156 completamente avvolta dal fuoco. Hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco e sul posto è arrivata l’unità in servizio a Canicattì. Raggiunta la zona i pompieri hanno spento le fiamme. Dell’auto non è rimasto nulla. Il rogo l’ha completamente distrutta. Non lontano dall’auto, secondo quanto annunciato ieri mattina dai carabinieri, sarebbero state trovate tracce di liquido infiammabile, perciò gli inquirenti non hanno dubbi sulla natura dolosa dell’incendio. L’auto apparteneva ad un muratore campobellese di 39 anni, incensurato. L’uomo, ieri mattina, è stato sentito in caserma in occasione della presentazione della denuncia contro ignoti.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X