Mafia, ad Agrigento confisca da oltre 50 milioni: il video del blitz

AGRIGENTO. La Direzione investigativa antimafia di Agrigento ha confiscato beni mobili ed immobili riconducibili ai fratelli Diego e Ignazio Agrò, rispettivamente di 68 e 76 anni, originari di Racalmuto (AG), ma da anni residenti ad Agrigento, imprenditori nel settore della produzione e della commercializzazione di olio alimentare.

I decreti di confisca, emessi dal Tribunale-Sezione MP di Agrigento, presidente Luisa Turco, nascono dalla proposta avanzata dal procuratore della Repubblica di Palermo. L’attività d’indagine, d’intesa con il procuratore Aggiunto Bernardo Petralia, coordinatore del "Gruppo Misure di Prevenzione" della Dda di Palermo, ha consentito l’individuazione e la conseguente aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook