SERIE D

Akragas, Silvio Alessi detta le nuove regole

di
I soli tre punti conquistati contro gli avversari del Rende, Agropoli e Nuova Gioiese hanno fatto infuriare il capo della compagine societaria biancazzurra

AGRIGENTO. "Quello che ho detto domenica lo ribadisco in maniera convinta, mi aspetto delle risposte da parte di tutti i giocatori. In caso contrario farò delle valutazioni". Il presidente dell'Akragas Silvio Alessi, vuole mantenere alta l'attenzione e soprattutto non vuole far passare le sue parole di domenica come un "discorso a caldo".

"Lo dico anche a freddo, a distanza di giorni. Io e gli altri dirigenti stiamo facendo enormi sacrifici per portare l'Akragas in Lega Pro. Domenica, al terzo pareggio consecutivo, mi sono reso conto che non tutti hanno un atteggiamento e un'applicazione adeguata rispetto al nostro impegno. Ho parlato con i giocatori e ho detto loro - aggiunge Alessi - che devono darmi delle risposte perché senza umiltà, determinazione e voglia di lottare con il coltello fra i denti le partite e i campionati non si vincono. I valori tecnici di sicuro non mancano, vuol dire che manca qualcos'altro. Cosa mi hanno risposto? Non serve che mi rispondano a parole - aggiunge il patron dell'Akragas - perché i calciatori devono parlare con i fatti sul campo. Domenica arriva la Leonfortese e avranno una grande opportunità di dimostrarmi che mi sono sbagliato. Purtroppo dopo tre pareggi consecutivi, che si aggiungono agli altri mezzi passi falsi dei mesi scorsi, non possiamo più sbagliare".

I soli tre punti conquistati contro Rende, Agropoli e Nuova Gioiese hanno fatto infuriare Alessi. La classifica, comunque, se da un lato resta discreta (il Torrecuso che domenica ospita l'Hinterreggio procede molti lentamente ed è sopra di appena un punto), dall'altro non fa piacere perché è così corta che in quattro punti ci sono addirittura cinque squadre che ce la metteranno tutta per conquistare la vetta e rendere equilibrato fino alla fine il campionato.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X