PROTESTA

Sciacca, operatori Sogeir senza soldi: scatta lo sciopero

di
I netturbini hanno deciso di incrociare le braccia il 27 gennaio. Si bloccherà anche il conferimento della spazzatura in discarica

SCIACCA. Non hanno ricevuto lo stipendio di dicembre gli operai Sogeir e annunciano di voler bloccare per un giorno il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Una giornata di sciopero è stata indetta per il 27 gennaio e riguarderà anche il settore degli impianti. In pratica, si bloccherà anche il conferimento dei rifiuti nella discarica di Salinella Saraceno. Una decisione presa all’unanimità, da Cgil, Cisl e Uil, quella di proclamare lo sciopero.

«Siamo seriamente preoccupati per il fatto che la Sogeir – scrivono in una nota le segreterie provinciali - non ha ancora pagato, ai dipendenti, tranne in due Comuni su 17 (ndr, Ribera e Santa Margherita Belice), lo stipendio del mese di dicembre. La vertenza riguarda, oltre alle spettanze mensili, il pagamento dei permessi retribuiti, la fornitura del vestiario e altre inadempienze contrattuali. Questo significa che la società non è in grado di rispettare i dettami del contratto collettivo nazionale Federambiente il quale statuisce che gli stipendi devono essere versati entro la fine del mese cui si riferisce la remunerazione; È gravissimo che la società d’ambito che gestisce il servizio dell’igiene ambientale nella città di Sciacca e in altri 16 Comuni non versi gli stipendi nei tempi prestiti».

 
ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook