COMUNE

Netturbini, intesa a Canicattì per i pagamenti

di
Il confronto fra il sindaco Corbo, il segretario provinciale della Cgil Funzione pubblica ed il personale: subito la mensilità di dicembre e le tredicesime

CANICATTI'. Si sono ritrovati ieri uno di fronte all'altro per cercare di risolvere la grana "stipendi" ed evitare di esacerbare ancor di più gli animi dei lavoratori, pronti ad incrociare le braccia ed a scioperare. Alla fine tra il sindaco Vincenzo Corbo ed il segretario provinciale della Cgil Funzione Pubblica Enzo Iacono è stato raggiunto un accordo che, almeno temporaneamente, mette un freno al fermento dei lavoratori impegnati nel servizio di igiene ambientale in città e garantirà la continuità dello stesso dopo giorni di tensioni e malumori. L'assemblea, convocata dallo stesso sindacato, si è tenuta in Municipio ed ha visto la presenza di una nutrita rappresentanza dei lavoratori del cantiere canicattinese.

Sono stati loro ad esprimere al sindaco tutta la propria preoccupazione per una situazione diventata negli ultimi periodi molto difficile a causa dei ritardi nel pagamento delle spettanze dovute. All'origine del problema vi è l'ormai nota diatriba in merito tra il Comune e la società che ha gestito il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in città fino allo scorso mese di settembre, la Dedalo Ambiente, e relativa ai ritardi dei versamenti da parte del Comune della quota spettante . Rassicurazioni sono giunte da Corbo che si è impegnato a versare immediatamente le somme necessarie per saldare la mensilità di dicembre e tre mesi di tredicesime arretrate.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook