LA VERTENZA

Netturbini senza soldi a Canicattì, scoppia la protesta

di
Stanziati 170 mila euro, ma i confederali organizzano un’assemblea contro il mancato pagamento di stipendi e straordinari

CANICATTI'. Nonostante le rassicurazioni giunte martedì in relazione all'impegno dell'amministrazione comunale di predisporre l'accreditamento di oltre centosettantamila euro per coprire le spese relative al pagamento di numerose mensilità arretrate a favore dei netturbini che lavorano nel cantiere canicattinese, i sindacati hanno deciso di continuare la loro battaglia a supporto dei diritti dei lavoratori annunciando nuove iniziative di protesta.

Dall'altra parte, invece, l’amministrazione comunale decide di invertire la rotta relativamente alla gestione del personale in comando, demandando alla Sap - Iseda il coordinamento delle risorse umane. Una misura questa presa anche a seguito dei numerosi casi di assenteismo per malattia verificatisi nell'appena trascorso periodo natalizio. È caldissimo in città il fronte della gestione del servizio di raccolta dei rifiuti, con gli operai che quest'oggi saranno in assemblea al comune per cercare di risolvere la vertenza che li vede reclamare nei confronti dell'amministrazione comunale per la mancata corresponsione delle spettanze.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X