IL CASO

Ribera, ripiantumate le palme a Seccagrande

di
L’intervento è stato realizzato grazie ad una donazione dei fratelli Vincenzo e Michele Sarullo al Rotary Club e al Lions club locali

RIBERA. Sono tornate nel lungomare ”Yuri Gagarin” di Seccagrande, la principale località balneare riberese, le palme, che per decenni hanno abbellito il ”salotto estivo” e che nell’arco di un paio di anni sono state smantellate per gli attacchi micidiali del ”punteruolo rosso”. Stavolta ad essere state collocate sono state palme del tipo ”Washingtonia” che, si spera, siano meno appetibili dal micidiale parassita che ha arrecato un danno notevole all’intero patrimonio verde del territorio riberese. In tutto nelle varie aiuole disseminate lungo tutto il lungomare seccagrandino ne sono state collocate cinquantatrè. La collocazione si deve ad un atto di generosità di due fratelli riberesi, gli imprenditori Michele e Vincenzo Sarullo, quest’ultimo attuale presidente del locale Lyons club.

Le palme sono state messe a disposizione del Rotary club, presieduto da Gaspare Noto e del Lions Club, presieduto dallo stesso Vincenzo Sarullo, che nei giorni scorsi hanno provveduto a farle piantumare. Ieri mattina, in una splendida mattinata di sole, la cerimonia di inaugurazione del sito, che tornerà a vivere dopo anni oscuri nel corso dei quali al posto delle maestose palme distrutte dal ”punteruolo rosso” erano state fatte collocare dall’Amministrazione comunale delle ”cocos” che non avevano avuto vita facile tra venti impetuosi e salsedine che le colpivano e tra attacchi vandalici a tal punto che erano state sdradicate.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X