NAPOLI

Violenza sessuale su un minore, arrestato un sacerdote di Licata

di
Per il prete, don Camillo Sessa, è anche arrivata la sospensione a divinis e l’esonero dalle funzioni

NAPOLI. È originario di Licata il sacerdote Camillo Sessa, di 50 anni, arrestato a Napoli con l’accusa di violenza sessuale su un minore e sospeso a divinis con esonero dalle funzioni e da ogni attività sacerdotale dall’arcivescovo di Cosenza-Bisignano, monsignor Salvatore Nunnari. La vicenda è al centro di indagini e dovrà essere chiarita in ogni aspetto.

Intanto, si è registrata la presa di posizione dell’Arcidiocesi. Con riferimento al sacerdote l’Arcidiocesi in una nota ha precisato che «dopo alcuni anni di servizio pastorale nel territorio dell’Arcidiocesi ha ricoperto il ruolo di cappellano del mare coordinato dall’Ufficio Nazionale di Pastorale marittima che si è concluso da circa un anno. Dopo aver rifiutato un nuovo impegno pastorale in diocesi, non rispondente ai suoi desiderata, è tornato in famiglia senza dare notizie di sé da qualche mese». Così è scritto ancora nel comunicato. L’arcivescovo ha anche informato le competenti autorità ecclesiastiche e la Congregazione della Fede. Il sacerdote nel 2012 si trovava sulla Costa Allegra, la nave da crociera alla deriva al largo delle Seychelles, nell’Oceano Indiano, dopo un incendio in sala macchine.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X