SCUOLA

«Crollo» in classe a Racalmuto, l’alunno torna in ospedale

di
Lo studente di undici anni della scuola media «Pietro D’Asaro» era stato dimesso nella serata di venerdì, ma durante la notte si è sentito di nuovo male

RACALMUTO. Dimesso alle 21 di venerdì. Rientra in ospedale, al reparto di Pediatria dell’ospedale «San Giovanni di Dio» di Agrigento, poche ore dopo. Il bambino di 11 anni - alunno della scuola media «Pietro d’Asaro» - colpito alla testa giovedì mattina da un pezzo di tavella caduta dal soffitto della ”sua” aula nell’istituto scolastico di corso Garibaldi, durante la notte fra venerdì ed ieri, è tornato a sentirsi male. I genitori, terrorizzati, non hanno potuto far altro che riaccompagnare al nosocomio di contrada Consolida il piccolo dove i medici lo hanno nuovamente ricoverato. Per ieri risultavano essere stati previsti una Tac ed altri esami più approfonditi.

I tecnici del Comune hanno, intanto, ispezionato tutti i solai della scuola media «Pietro d’Asaro». A risultare insicuri, anche se si attende conferma da ulteriori nuovi sopralluoghi tecnici, sarebbero stati i solai del primo piano dell’ala Ovest. L’ala dove c’è la classe frequentata dal piccolo racalmutese rimasto ferito. Sono salite, pertanto, a cinque le classi che, in via precauzionale, sono state chiuse. Interdette. In attesa di capire se avranno necessità di lavori di manutenzione o se, invece, potranno nuovamente tornare ad essere ”popolate” dagli studenti. Ma i controlli - «per una questione di scrupolo» - non si stanno limitando soltanto all’edificio scolastico di corso Garibaldi.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X