IL CASO

Loris, il vescovo di Agrigento incontra la madre in carcere

Monsignor Montenegro: "L'ho incontrata come ho fatto con gli altri detenuti"
AGRIGENTO. L'arcivescovo di Agrigento Francesco Montenegro, designato cardinale domenica scorsa da papa Francesco, ha incontrato nel carcere Petrusa di Agrigento, Veronica Panarello, la donna accusata dell'omicidio del figlio Loris Stival, di otto anni. Lo ha confermato lo stesso arcivescovo all'uscita dalla casa di reclusione. "Le ho fatto visita - ha detto lapidario monsignor Francesco Montenegro, senza aggiungere di che cosa abbiano parlato - così come ho fatto con gli altri detenuti".
"Padre mi benedica..." così Veronica Panarello ha accolto in cella l'arcivescovo di Agrigento, Francesco Montenegro, designato cardinale domenica scorsa da papa Francesco, nel carcere di contrada Petrusa. E' stato monsignor Montenegro a chiedere di potere vedere, dopo avere celebrato messa in prigione, la donna per "per portarle il saluto e la parola di Dio". L'incontro è durato poco meno di due minuti ed avvenuto nel braccio della sezione femminile dove è detenuta la mamma di Loris

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X