VERTENZE

Sciacca, Grand Hotel nel caos: inizia l'occupazione

di
Vengono confermate le prenotazioni che arrivano per la prossima stagione e che ammontano a circa 250 mila euro. Si terrà, a Palermo, un incontro

SCIACCA. E' arrivato il giorno dell'occupazione del Grand Hotel, di un nuovo livello di protesta da parte dei quaranta stagionali che chiedono certezze sul loro futuro occupazionale. Questa mattina, alle 9,30, è prevista un'assemblea dei lavoratori che, a meno di sorprese, dovrebbe decidere l'occupazione dell'albergo che, ieri, ha completato l'attività per le festività natalizie. Da oggi, in ogni caso, il Grand Hotel sarebbe chiuso per la pausa invernale che, solitamente, si protrae per qualche mese.

"Non ci sono alternative all'occupazione - dice Franco Zammuto, segretario della Camera del Lavoro - perché bisogna ottenere il massimo dell'impegno da parte del governo regionale e non tanto per tappare qualche buco, come con lo stanziamento di 800 mila euro per pagare debiti, ma per programmare il futuro delle terme di Sciacca". Zammuto ha fatto parte della delegazione che ha incontrato il segretario regionale del Pd, Fausto Raciti.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook