CORTE DEI CONTI

"Esibì un falso diploma per insegnare", favarese condannato

di
Giuseppe Sgarito aveva ottenuto supplenze a Castelbuono, Prizzi, Lercara ed Alia

AGRIGENTO. Dal 2001 al 2009 aveva ottenuto supplenze come insegnante di sostegno all'istituto per l'agricoltura di Castelbuono, al commerciale e geometri di Prizzi, allo scientifico di Lercara Friddi, al commerciale di Alia, al classico di Valledolmo e al geometri di Vicari presentando un diploma di specializzazione poi risultato falso. Ora Giuseppe Sgarito, 42 anni, originario di Favara, è stato condannato dalla Corte dei conti in via definitiva a restituire 111.574 euro, pari agli stipendi percepiti in nove anni. La sentenza (437/A/2014) è stata emessa dalla Sezione giurisdizionale d'appello che ha respinto il ricorso di Sgarito contro il pronunciamento dei giudici di primo grado. Per le stesse accuse l'insegnante era stato denunciato e nel 2011 condannato dal Tribunale di Termini Imerese, con sentenza divenuta irrevocabile, a 8 mesi di carcere e 800 euro di multa con pena sospesa per truffa anche se solo per gli episodi di Castelbuono e Lercara.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X