CONVEGNO

Teatro Pirandello di Agrigento, oggi si studia «La patente»

di

AGRIGENTO. Una fila di autobus pieni di studenti e di insegnanti provenienti da tante regioni italiane. Oltre 700 persone, tutte dirette al Teatro Pirandello che quest’anno ospita l’edizione numero 51 del Convegno di Studi Pirandelliani organizzato dal Cnsp, presieduto da Stefano Milioto. Una prima giornata di studi ma anche di aggregazione quella che ieri ha dato l’avvio alla manifestazione pirandellina nata dalla volontà di Enzo Lauretta a cui questa edizione viene interamente dedicata e che si avvale del patrocinio, fra gli altri, dal Comune di Agrigento e dall’Ente Parco Archeologico Valle dei Templi. Quest’anno anche l’Agenzia Nazionale per i Giovani, diretta da Giacomo d’arrigo, ha voluto fortemente sostenere il Convegno Pirandelliano, divenendo di fatto lo sponsor ideale dell’evento.

Questa mattina alle 9, inizia la seconda giornata di lavori con gli alunni e gli studiosi del drammaturgo agrigentino che relazioneranno e si confronteranno sui contenuti della novella pirandelliana «La patente» con la lettura e riscrittura della novell e con gli interventi di Corrado Peligra, esperto di scrittura creativa, Paolo Puppa dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Sarah Zappulla Muscarà dell’università di Catania e Giuliana Sanguinetti dell’università di Toronto in Canada. Nel pomeriggio prove di scrittura creativa e dopo cena, intorno alle 21.30 studenti e insegnanti parteciperanno alla XII Rassegna Nazionale del corto cinematografico. Sempre nel pomeriggio sono previste le escursioni nella Valle dei Templi e alla Casa Natale di Luigi Pirandello in località Caos. Il tema scelto per il convegno di quest’anno, è «Novella e Dramma». Torna ad Agrigento il Convegno di studi pirandelliani

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook