TRAGEDIA

Morte in ascensore, iniziati i primi interrogatori ad Agrigento

di
Convocati in Questura l’amministratore di condominio e i responsabili delle due ditte che si sono occupate di manutenzione

AGRIGENTO. L'amministratore di condominio e i responsabili delle due che ditte che si sono occupate di manutenzioni e lavori sull'ascensore del palazzo di via Papa Luciani sono stati convocati in Questura. Saranno ascoltati nelle prossime ore dai poliziotti della Squadra Mobile, che è coordinata dal commissario capo Giovanni Minardi.
Gli agenti, già nella serata di domenica, hanno acquisito tutta la documentazione inerente l'elevatore che ha ucciso, schiacciandolo, il pensionato ottantaseienne Antonino Circo. Bisognerà analizzarla, studiarla a fondo per verificare se tutti gli interventi di manutenzione effettuati fossero o meno quelli richiesti dalla normativa. Gli incartamenti è probabile che finiscano anche all'attenzione del consulente - un perito tecnico specializzato - che la Procura di Agrigento si appresta a nominare.

Spetterà proprio al perito ricostruire cosa abbia innescato il malfunzionamento dell'ascensore.  Antonino Circo, si stava recando - dopo aver lasciato la sua abitazione nella vicina via Cicerone - a casa di un amico per godersi una domenica pomeriggio all'insegna delle partite di calcio. Arrivato al settimo piano, laddove c'era l'appartamento dell'amico, appena la porta dell'ascensore si è sbloccata è riuscito a mettere soltanto un piede sul pianerottolo e poi, improvvisamente, - stando alle prime, sommarie, ricostruzioni della polizia di Stato - l'ascensore sarebbe risalito velocemente. Antonino Circo non è riuscito a mettersi in salvo. E' rimasto incastrato sull'uscio ed è stato schiacciato dall'ascensore che s'è poi fermato fra il settimo e l'ottavo piano.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook