COMUNE

Tassa di soggiorno, ad Agrigento Consiglio spaccato sull’approvazione

di

AGRIGENTO. «Tari, Tasi, Imu: l’aumento al massimo delle rispettive aliquote era passato in Aula senza che nessuno o quasi battesse ciglio. Eppure il provvedimento è andato a colpire diritto le tasche dei contribuenti agrigentini. Ora invece sulla proposta di introduzione dell’imposta di soggiorno, a totale carico dei turisti, muri e ostacoli». Lo scrive il capogruppo Mpa, Alfonso Vassallo, che nell’ultima riunione un provvidenziale rinvio, per il quale si sono espressi favorevolmente tutte le forze politiche, ad eccezione di Forza Italia.

«È paradossale – dice Vassallo – quanto stava per consumarsi. Che senso ha, mettersi di traverso su un balzello, la cui applicazione va a gravare esclusivamente su chi pernotta in alberghi, residenze turistiche, case per vacanza, agriturismi, affittacamere e b&b».

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X