MONUMENTI

Licata, la riapertura del museo è ormai imminente

di
Il sito, ospitato alla Badia, è chiuso da 5 anni, ma l’allestimento è alle battute finali. «Ora - dice la responsabile dei Beni culturali - si pensi alla promozione»

LICATA. È ormai prossima la riapertura del museo archeologico licatese.  La data in cui la struttura rivedrà la luce, dopo cinque anni di chiusura, sarà decisa la prossima settimana dalla soprintendente ai beni culturali di Agrigento, Caterina Greco, e dal commissario straordinario del Comune, Dario Cartabellotta. Per l’inizio della settimana è infatti in programma un incontro tra i due enti, al termine del quale si conoscerà la data esatta di riapertura del museo.

“Speravamo – ha annunciato Caterina Greco, soprintendente ai beni culturali ed archeologici di Agrigento – di riaprire il museo già entro la fine dell’anno, ma non ce la facciamo. La riapertura, in ogni caso, non è molto distante. Il leggero ritardo rispetto alle previsioni è dipeso da una serie di adempimenti di carattere amministrativo, non dipendenti dalla nostra volontà, senza i quali sarebbe stato però impossibile andare avanti”.  Solo di recente la Soprintendenza ha ottenuto il decreto di finanziamento necessario per ultimare l’allestimento del museo che è ospitato nel cinquecentesco convento delle suore cistercensi della Badia, in piazza Sant’Angelo.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook