IL CASO

Anziana morta a San Biagio Platani, due indagati

di
La donna risiedeva in una casa di riposo e venne trovata cadavere in una campagna. Le accuse sono di abbandono di incapace

SAN BIAGIO. Le due operatrici della casa di riposo andranno a processo per "abbandono di persone incapaci". Per il titolare della struttura "Casa dell'anziano raggio di sole" la Procura ha chiesto, invece, l'archiviazione e a decidere sarà adesso il gip. Il pm Brunella Sardoni ha concluso le indagini sulla morte di Vincenza Mendola, 83 anni, la donna affetta da numerose patologie anche di natura mentale trovata cadavere il 19 dicembre di tre anni fa a distanza di circa ventiquattro ore dalla scomparsa.

L'anziana, secondo la ricostruzione dell'episodio, si era allontanata dalla casa di riposo di San Biagio dove era ricoverata senza che le due operatrici, Carmelina Di Piazza a la suora Crisphofine Udenkwo, si accorgessero della sua "fuga". La donna, peraltro, soffriva di demenza senile e di altre patologie che ne avevano pregiudicato le capacità cognitive. Dopo qualche ora dalla sua scomparsa i responsabili della struttura hanno avvisato i carabinieri che hanno avviato le ricerche concluse solo il giorno dopo col ritrovamento del cadavere della donna in una zona di campagna isolata a circa un chilometro dalla casa di riposo.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X