TRASPORTI

Porto Empedocle, dopo 36 anni riapre la "stazione di Camilleri"

di
A rivivere, grazie alla sinergia tra l’amministrazione comunale, Rete Ferrovie Italiane, e con la convenzione stipulata con la Fondazione Fs Italiane, sarà la stazione di Porto Empedocle Succursale in prossimità del porto.

PORTO EMPEDOCLE. Dopo 36 anni di chiusura ci sarà nuovamente una tratta ferrata che collegherà Porto Empedocle con Agrigento. A rivivere, grazie alla sinergia tra l’amministrazione comunale, Rete Ferrovie Italiane, e con la convenzione stipulata con la Fondazione Fs Italiane, sarà la stazione di Porto Empedocle Succursale in prossimità del porto. «Il recupero d quest’area - spiegano i componenti direttivo dell'associazione Ferrovie Kaos che da ormai da 5 anni opera nella storica stazione di Porto Empedocle centrale - rappresenta l'ultima tappa di un lungo processo di risanamento e valorizzazione dell'area ferroviaria che dura ormai da anni e che ha visto in prima linea Ferrovie dello Stato Italiane e Ferrovie Kaos.

Il comune di Porto Empedocle, in maniera assai lungimirante, condivide e supporta la valorizzazione della ferrovia empedoclina, sottolineandone la duplice valenza turistica e potenzialmente commerciale. Quando i treni potranni giungere fino alla stazione di Porto Empedocle Succursale, infatti, è ipotizzabile l'attivazione di un servizio quotidiano cosa per la quale il sindaco Firetto ha già chiesto al dipartimento regionale trasporti l'inserimento nel redigendo contratto di servizio alcune tracce orarie tra Porto Empedocle e Agrigento».

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X