MUSICA

Tornano i Tinturia, la band siciliana in cerca di... rivoluzione

Il nuovo brano è già in radio ed è «un invito a cercare quella rivoluzione personale che ci possa riscattare da uno stile di vita obbligato dai grandi interessi economici privati e statali»

ROMA. I Tinturia tornano con un nuovo singolo. «Cercasi rivoluzione» è il titolo del nuovo brano, già in radio, della band siciliana guidata da Lello Analfino. «Un invito a cercare quella rivoluzione personale che ci possa riscattare da uno stile di vita obbligato dai grandi interessi economici privati e statali», spiega la band che il 27 ottobre partirà con l'Uniweb Tour, che la vede protagonista nelle webradio delle Università Italiane. Il 18 dicembre, poi, concerto a Milano. Cercasi rivoluzione è contenuto in Precario l'ultimo disco prodotto da Roy Paci contenente 7 tracce e un dvd registrato dal vivo a Catania con tutti i successi dei Tinturia.

Il loro genere musicale è stato etichettato come "sbrong": è in realtà una fusione eterogenea di pop, rock, folk, ska, funk, rap e reggae.

L'album d'esordio della band esce nel 1999, e s'intitola "Abusivi (di necessità)". A causa dei testi scritti e cantati in siciliano, l'album conosce il successo solo nell'Isola. Il disco include una cover di Domenico Modugno, “La donna riccia”.

Nel 2002 inizia la loro collaborazione con Ficarra e Picone. La band infatti ha pubblicato la colonna sonora del film Nati stanchi.

Nel 2005 esce un nuovo album, Nessuno è perfetto, in cui i Tinturia cantano in italiano, avvicinandosi notevolmente ad uno stile musicale più tipicamente rock.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook