CONSIGLIO COMUNALE

Favara, l’opposizione perde: Manganella resta

di
È stato, comunque, un test importante nel senso che il capo del governo locale, per continuare ad amministrare deve allargare la sua maggioranza

FAVARA. L'opposizione vince la battaglia ma perde la guerra. Il sindaco Manganella rimane in carica non avendo la mozione di sfiducia presentata nei suoi confronti raggiunto il quorum previsto, i 2/3 dei consiglieri assegnati (pari a 20). Ma resta la soddisfazione per chi in questi anni ha condotto una strenua azione di contrasto al sindaco di avere ottenuto più voti (13) di quelli raggiunti dalla coalizione che lo sostiene (12). E' stato, comunque, un test importante nel senso che il capo del governo locale, per continuare ad amministrare la città, deve necessariamente allargare la sua maggioranza visto che l'opposizione, alla luce degli ultimi eventi, non gli farà più alcuna apertura di credito, come quando è rimasta in aula per consentire il mantenimento del numero legale. "Quello che mi è dispiaciuto - ha detto subito dopo il voto di venerdì notte Manganella - è che ci sono state delle minacce dimenticando che le dinamiche della democrazia ammettono anche le sconfitte che devono essere accettate nulla togliendo di ritornare alla carica quando se ne ripresenterà l'occasione". Un po' tutti i firmatari della mozione hanno sostenuto che la presenza di un numerosissimo pubblico in aula dovrebbe far riflettere il sindaco perché, al di là dell'esito della votazione, ci sarebbe soprattutto la città che chiederebbe a tutti gli attori della politica di togliere il disturbo chiudendo anticipatamente la legislatura.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook