Agrigento, il proprietario di Scala dei Turchi:
"Indeciso se cederla"

AGRIGENTO. Concedere gratuitamente la Scala dei Turchi, di proprietà privata, per un nuovo piano di gestione del Comune e di Legambiente annunciato dalla Regione? "Ancora non ho deciso, mi devo prima consultare con i miei avvocati. Argomento chiuso".
A parlare così, dopo un primo incontro con il sindaco di Realmonte Pietro Puccio, è il dottor Ferdinando Sciabbarrà, ex dirigente della Camera di Commercio in pensione, nonché proprietario unico della scogliera di marna bianca più famosa d'Italia e candidata a diventare patrimonio dell'umanità Unesco. E' a lui che si è rivolto il primo cittadino per avere il via libera per il nuovo piano di gestione della Scala dei Turchi, che prevede anche il pagamento di un ticket d'ingresso, su cui stanno lavorando l'amministrazione comunale e Legambiente Sicilia come annunciato nei giorni scorsi a margine di un vertice con l'assessore regionale al Territorio e Ambiente Mariarita Sgarlata. Il sindaco spiega di non aver convocato gli altri quattro proprietari dell'area di marna bianca accanto alla Scala dei Turchi "perché non riguarda la zona di nostro interesse che invece ricade nel foglio di mappa catastale 23, particelle 334-335-336. Le particelle che delimitano la Scala dei Turchi sono tutte di un unico proprietario".


ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X