Canile di Licata, c'è l'ipotesi di sistemarlo in un edificio sequestrato

Agrigento, Archivio

LICATA. Torna in consiglio comunale l’ipotesi di realizzare un nuovo canile comunale in uno degli stabili che tempo addietro erano stati acquisiti al patrimonio dell’ente, dopo che i proprietari avevano disatteso l’ordinanza di demolizione firmata nei loro confronti da parte del dipartimento Urbanistica.
L’immobile era stato realizzato in assenza di concessione edilizia, perciò erano scattati prima il sequestro e successivamente l’ordinanza di demolizione. I titolari non avevano demolito e l’edificio era passato al patrimonio del Comune. Lo stabile in questione si trova in contrada Safarella e negli scorsi mesi la giunta aveva deciso di dichiararne la pubblica utilità, in modo da utilizzarlo per ospitarvi il canile. La questione, però, non era passata in consiglio comunale.
I consiglieri l’avevano rispedita al mittente, chiedendo un ulteriore approfondimento.


ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X