Canicattì, riapertura dello stadio: trovata la soluzione

«I due borsisti - ha spiegato il vice sindaco Rizzo - verranno impiegati come una sorta di custodi dello stadio seguendo tutti i parametri previsti dal progetto delle borse lavoro»
Agrigento, Archivio

CANICATTI'. Anche uno degli ultimi problemi che ostacolavano la risoluzione dell'intricata vicenda dell'affidamento dello stadio comunale al consorzio di società che hanno chiesto al comune di poter gestire - in via temporanea - la struttura, è stato risolto. Si tratta dell'individuazione, da parte del Comune, di due figure che dovranno garantire l'apertura del «Carlotta Bordonaro» consentendo l'ingresso e la fruizione dell'impianto a tutte le società ed a tutti gli sportivi che ne faranno richiesta. La soluzione è stata trovata al termine di un infuocato incontro che è andato in scena al Comune e che ha visto protagonisti, da un lato, alcuni rappresentanti delle società consorziate e, dall'altro, il vice sindaco Gaetano Rizzo e l'assessore comunale Calogero Capobianco. Dopo un animato scambio di vedute si è deciso di individuare due soggetti beneficiari del servizio delle borse lavoro i quali saranno impiegati all'interno dello stadio comunale assicurando l'apertura della struttura, mentre tutta la parte gestionale sarà di competenza del consorzio, come peraltro già messo nero su bianco nel corso di un precedente incontro avuto dalle stesse società sportive con il sindaco Vincenzo Corbo. «Tutte le carte ormai dovrebbero essere definite - ha dichiarato Basilio Foti, dell'Asd Canicattì 1928 - ed attendiamo soltanto il via libera da parte del sindaco. I tempi ormai stringono ed abbiamo necessità di avviare l'attività in vista della prossima stagione calcistica ormai alle porte e per queste auspichiamo una rapida soluzione della vicenda». L'accordo con il consorzio sportivo, costituito da cinque società locali, prevede la gestione da parte delle stesse della struttura in attesa che l'amministrazione provveda a pubblicare il nuovo bando di gara per l'affidamento, dopo che la precedente gestione dell'impianto da parte di un'altra società sportiva è stata interrotta nei mesi scorsi. «I due borsisti - ha spiegato il vice sindaco Rizzo - verranno impiegati come una sorta di custodi dello stadio seguendo tutti i parametri previsti dal progetto delle borse lavoro».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X