Lampedusa, minacciati ambientalisti gestori di un b&b

Agrigento, Archivio

LAMPEDUSA. «Diamo di nuovo fuoco alla casa.  Voi forestieri dovete andare via, avete rovinato l'isola e ci  rubate il lavoro». Sono alcune minacce indirizzate la notte  dello scorso giovedì a una coppia di palermitani, Paola La Rosa  e Carmelo Gatani, da una dozzina di persone che si erano  radunate nei pressi di Cala Pisana, a Lampedusa, disturbando i  residenti con urla e schiamazzi. La coppia, che gestisce un B&B,  aveva chiesto al gruppetto di non fare troppo chiasso, ricevendo  come risposta insulti e minacce. L'intervento dei carabinieri ha  messo in fuga il gruppo.  Gatani (titolare del B&B e nipote di Paolo Borsellino) e La  Rosa, avvocato, sono da anni in prima fila per le battaglie  ambientaliste e a sostegno dell'accoglienza agli immigrati. Nel  2004 avevano subito l'incendio doloso della loro casa di  Lampedusa, quasi del tutto distrutta. Quel «diamo di nuovo fuoco  alla casa», gridato con veemenza contro di loro, li ha messi in  allarme e così hanno deciso di presentare una formale denuncia  sull'accaduto.  «Oltre alla gravità e serietà delle minacce di cui io e la mia  compagna siamo stati vittime - afferma Gatani - ciò che ci ha  offesi e sconcertati è stata o il continuo evidenziare il nostro  stato di 'forestierì. La coppia ha denunciato l'accaduto ai  carabinieri di Lampedusa e ha ricevuto numerosi messaggi di  solidarietà su Facebook. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X