L'Università di Agrigento va avanti tra mille difficoltà: «Cercasi soci privati»

AGRIGENTO. Dopo il rinnovo della convenzione con l’Ateneo di Palermo, che ha confermato 5 dei sei corsi di laurea, con la sola eccezione della facoltà di ingegneria, l’Università di Agrigento riparte con la programmazione del prossimo anno accademico. Dopo la nomina nel Cda di Olimpia Campo, indicata quale componente in rappresentanza dell’assessorato regionale alla Formzione,il presidente del Consiglio d’amministrazione, Maria Immordino, fa i conti con le finanze (che non tornano). Resta da coprire un piccolo buco da 400 mila euro che la presidente spera di poter recuperare dalla Regione con un maggiore impegno, che adesso, con la presenza di Olimpia Campo nel Cda, potrà essere chiesto al Presidente Crocetta. Per il resto c’è l’impegno finanziario che ammonta a oltre un milione e mezzo di euro. Di cui un milione per la sola Università di Palermo, cioè il costo della convenzione.


ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X