Imposta Unica, a Sciacca approvato il regolamento

SCIACCA. La giunta municipale ha approvato ieri il regolamento della Iuc, l'imposta unica comunale che comprende anche la Tasi, una mazzata da 2 milioni e 900 mila euro per le famiglie saccensi. Colpirà la prima casa. Da Stato e Regione il Comune ha ricevuto appena 2 milioni di euro. Nell'anno precedente erano stati 2 milioni 316 mila del fondo di solidarietà e 2 milioni 450 mila euro dell'Imu. Lo Stato consente, però, ai Comuni di applicare la Tasi nell'aliquota che verrà stabilita dagli enti locali. Il tributo deve finanziare servizi indivisibili, ma, di fatto, consente di recuperare l'Imu prima casa. L'aliquota proposta dalla giunta è del 2,5 per mille. "Il consiglio comunale potrà, in sede di valutazione - dice il sindaco, Fabrizio Di Paola - apportare qualche modifica e comunque effettuare un ulteriore approfondimento. Il rapporto, però, non deve essere fatto, per quanto riguarda la pressione fiscale, allo scorso anno quando lo Stato non ha tassato la prima casa e ci ha rimborsato l'Imu prima casa. Il parametro di riferimento è il 2012 quando l'Imu prima casa è stata tassata con un'aliquota maggiore. Quindi, se rapportiamo la pressione fiscale attuale con quella del 2012 oggi è inferiore di due terzi". In questi giorni si stanno facendo, a palazzo di città, una serie di simulazioni per colpire meno chi ha una più limitata possibilità economica. Per il resto l'amministrazione comunale sta tagliando spese, eliminando i contributi e punta ad impiegare, per qualche intervento, fondi che arrivano dalla tassa di soggiorno che, quest'anno, dovrebbero superare, di circa 50 mila euro, i 600 mila del 2013. Nel primo semestre l'aumento rispetto allo stesso periodo del 2013 è stato di circa 10 mila euro. "Speriamo che a fine anno - dice il sindaco Di Paola - la somma complessiva sia superiore di almeno 50 mila euro". La Iuc comprende l'Imu, la Tari, che è la nuova imposta sui rifiuti, e la Tasi. Per quanto riguarda la tassa sui rifiuti, che prevede una spesa equiparata a quanti rifiuti si producono, si profilano, pertanto, aumenti per determinate attività produttive, ma anche una riduzione per immobili privati o per uffici che non producono un particolare quantitativo di rifiuti. Il regolamento Iuc è propedeutico al bilancio. La Tasi dovrà essere approvata entro il 10 settembre. Il bilancio di previsione, invece, dovrà ottenere il via libera dal consiglio comunale entro il 30 settembre. Altro taglio ai trasferimenti che il Comune sta subendo riguarda quello per le spese di manutenzione degli uffici giudiziari. A palazzo di città arrivano tra 200 e 250 mila euro a fronte di una spesa che è di circa mezzo milione di euro. Di Paola ha chiesto ai dirigenti di Ragioneria e Patrimonio ed al responsabile amministrativo del tribunale di istituire un tavolo tecnico per verificare ogni possibilità di riduzione della spesa. Ridotto a 45 mila euro l'intervento del Comune per finanziare gli spettacoli dell'Estate Saccense. La fetta maggiore della spesa, 16.500 euro per lo spettacolo di Renzo Arbore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X