Imprenditore ucciso e seppellito a Canicattì: chiesto rinvio a giudizio

AGRIGENTO. La Procura di Agrigento ha chiesto il rinvio a giudizio di Angelo Carità, 59 anni, per omicidio e occultamento di cadavere nell'ambito dell'inchiesta sulla morte dell'imprenditore Giovanni Brunetto. Il provvedimento è stato firmato dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e dal sostituto Salvatore Vella.  L'uomo è accusato di avere ucciso, con un presunto complice, di avere assassinato e seppellito in un fondo agricolo, il 7 maggio del 2013 a Canicattì, l'imprenditore al quale avrebbe dovuto restituite un prestito compreso tra 40mila e 100mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook