Ribera, passa l’esonero dell’Imu per chi cede la casa ai figli

Agrigento, Archivio

RIBERA. Anche nel comune di Ribera è stata varata la norma che consente l’introduzione dell’agevolazione IMU nel caso in cui venga concesso un immobile in comodato d’uso gratuito a parenti in linea retta di 1° grado, in pratica ai figli. Il provvedimento è stato esitato favorevolmente dal consiglio comunale che, nel corso dell’ultima seduta, ha accolto l’iniziativa portata avanti in particolare dai consiglieri del gruppo misto antonino Armenio, Leonardo Mulè e Vincenzo Russo, i quali hanno espresso soddisfazione per l’introduzione della norma in questione. ”Attraverso la modifica del regolamento votata in consiglio - hanno osservato i tre consiglieri - questa agevolazione diventa strutturale e duratura nell’attesa che vengano proposti al consiglio comunale i regolamenti inerenti TASI e TARI. È doveroso dichiarare che se noi del gruppo misto abbiamo proposto la modifica al consiglio comunale altre forze e rappresentanti politici, come il Movimento 5 stelle, hanno più volte rappresentato questa esigenza a mezzo stampa. Con l’approvazione di questa proposta oltre a dare una piccola boccata d’ossigeno ai cittadini si accolgono le numerose istanze dei cittadini”. Si tratta di un provvedimento che anche in altri comuni dell’hinterland, in particolare nel centro montano di Burgio, è stato già adottato e messo in pratica. Se questo punto è stato accolto altri punti restano, però, ancora nel limbo: si tratta in particolare dei punti relativi all’approvazione dei debiti fuori bilancio, che sono stati inseriti all’ordine del giorno in più sedute consiliari precedenti, ma non sono stati ancora approvati per via del rinvio dei lavori, come avvenuto anche il 21 luglio scorso, quando i consiglieri di sala ”Frenna” hanno deciso di rinviare anche altri due punti alquanto delicati: quello relativo al destino da assegnare alle opere abusive realizzate da privati nel territorio comunale che passano nel patrimonio comunale, ma anche quello relativo al varo del libero consorzio. Non si sa a proposito quando i lavori consiliari potrebbero essere destinati a questo esame. Per quanto riguarda, invece, altri punti che non è stato possibile vagliare nella precedente seduta già questa stasera i venti consiglieri di sala ”Leonardo Frenna” dovrebbero essere in condizione di decidere il da farsi, in particolare per quantro riguarda l’approvazione dei debiti fuori bilancio, che potrebbero gravare pesantemente, dati gli importi elevati di alcuni, sul bilancio comunale che negli ultimi mesi ha dovuto fare i conti con nuovi tagli che sopno stati imposti dal governo nazionale e che mettono in seria difficoltà amministratori e funzionari comunali. La seduta potrà servire anche per tastare il polso alla tenuta della maggioranza consiliare che sostiene il sindaco Carmelo Pace e che nelle ultime sedute con le assenze massicce in consiglio comunale ha mostrato qualche falla, che, almeno nell'ultima seduta, è parso rientrare con la presenza al completo in particolare del gruppo di Forza Italia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X