Ravanusa, l’Irsap finanzia la zona industriale

Interventi immediati saranno attivati, secondo quanto è stato assicurato ieri, per garantire l’apertura dello svincolo in ingresso nel sito

RAVANUSA. L’Irsap destinerà 1.200.000 euro alla zona industriale di Ravanusa e Campobello di Licata, “necessari per garantire agli imprenditori di questa area i servizi essenziali e l’agibilità”. Lo ha annunciato il presidente Alfonso Cicero nel corso del vertice che si è tenuto ieri nella sala riunioni di Ecoface, l’azienda per la raccolta differenziata, capitanata dal giovane imprenditore Gero La Rocca. Al centro del confronto c’era la soluzione delle emergenze che riguardano il sito. Vi hanno preso parte, oltre a Cicero, i sindaci di Campobello di Licata e Ravanusa, Gianni Picone e Carmelo D’Angelo, il commissario della provincia regionale di Agrigento, Benito Infurnari, il segretario provinciale della Uil ed i rappresentanti di Anas e Confindustria. “Durante la riunione, caratterizzata da un serrato dialogo tra le figure istituzionali e i tanti imprenditori del territorio, Alfonso Cicero ha annunciato – si legge in un comunicato stampa diffuso dall’Irsap - diversi interventi di portata storica, per ridare finalmente la giusta dignità a questo agglomerato industriale”. “L’Irsap – sono le parole del presidente - ha già destinato, in perfetta sinergia con l’assessore regionale alle attività produttive Linda Vancheri, 1.200.000 euro per gli interventi necessari a garantire agli imprenditori di questa zona i servizi essenziali e l’agibilità. I lavori, finanziati all’interno del PO - Fesr 2007-2013, saranno messi a gara tra qualche mese e riguardano: il ripristino dello svincolo con consolidamento della scarpata, la manutenzione della viabilità di tutta la zona industriale, la realizzazione di una caditoia all’ingresso dell’agglomerato, la pulizia delle sedi stradali, l’esecuzione di opere a verde per la riqualificazione ambientale, la collocazione di segnaletica stradale orizzontale e verticale, la messa in sicurezza – aggiunge Alfonso Cicero - dei pozzetti e il ripristino di tutto l’impianto di illuminazione pubblica, oltre ad altre opere”. “Numerosi imprenditori – aggiunge l’Irsap - hanno voluto direttamente prendere la parola per esporre le proprie necessità e rivolgere i propri quesiti ai diretti interessati. A rispondere sono stati anche i sindaci Picone e D’Angelo, che hanno parlato oltretutto dell’ottimo risultato ottenuto in merito al rapido ripristino del servizio elettrico a seguito del recente sabotaggio della linea elettrica”. A prevalere è lo spirito di collaborazione tra i vari attori interessati. “Su questa linea – si legge ancora nella nota - si è anche espressa Confindustria, rappresentata dal delegato della provincia di Agrigento Antonio Siracusa, che ha sottolineato la straordinaria importanza dell’associazionismo e ha concentrato l’attenzione sui problemi ricorrenti che gli imprenditori della provincia si trovano ad affrontare”. Una volta concluso il confronto i presenti hanno raggiunto lo svincolo chiuso. “L’Anas e il commissario della Provincia, Infurnari, hanno assicurato la loro disponibilità a lavorare in sinergia con l’Irsap per ridurre i tempi dell’intervento – si conclude la nota - sulla viabilità e sulla segnaletica fatiscente. Inoltre si sta anche valutando la possibilità di riaprire temporaneamente lo svincolo per dare un segnale agli imprenditori”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook