Spiagge stracolme di spazzatura a Licata, gli assessori incontrano i bagnanti

Agrigento, Archivio

LICATA. Gli amministratori stanno valutando la possibilità, in concomitanza con l’avvio del servizio di pulizia, di andare sulle spiagge per incontrare i bagnanti ed invitarli ad utilizzare i contenitori della spazzatura posti appena fuori gli arenili, piuttosto che abbandonare i rifiuti sulla sabbia. Ad annunciarlo è stato, ieri, il vice sindaco Angelo Cambiano.
“L’intervento di pulizia delle spiagge – sono le parole di Cambiano – decollerà a breve. Noi ci siamo detti pronti ad anticipare i sessantamila euro necessari, somma che successivamente ci sarà rimborsata dalla provincia regionale di Agrigento, ente presso il quale sarà comunque effettuata la gara. Però senza un appello al senso civico della gente il servizio potrebbe servire a poco, nel senso che non basta ripulire gli arenili se poi i bagnanti abbandonano nuovamente i rifiuti sulla sabbia, piuttosto che utilizzare i cassonetti”.
Quello che gli amministratori intendono porre in essere, dunque, è una sorta di intervento di “moralizzazione”.
“Per il momento si tratta di un’ipotesi – conferma il vice sindaco – al vaglio dell’intera giunta. Abbiamo deciso che sulle spiagge non saranno sistemati, al contrario di quanto accaduto negli anni scorsi, i cestini per i rifiuti. Da qui la necessità di invogliare i bagnanti ad utilizzare i cassonetti. Ed allora intendiamo muoverci su due fronti: aumentare il numero di contenitori dei rifiuti sistemati in prossimità della costa e, al tempo stesso, raggiungere il litorale e parlare con quanti stanno prendendo il sole o fanno il bagno. Li inviteremo a lasciare pulito il luogo in cui si trovano, altrimenti rischiano di trovare l’indomani la spazzatura che loro stessi hanno abbandonato. Da solo, infatti, il servizio di pulizia degli arenili non basta”.
L’augurio è che la decisione dell’esecutivo colga nel segno, ma ciò che villeggianti e bagnanti sperano è, soprattutto, che finalmente decolli la pulizia delle coste. In questo momento sulle spiagge licatesi c’è di tutto. Negli scorsi mesi sono stati portati via i rifiuti che, trasportati dalla piena del Salso, si erano accumulati sull’arenile. Ma visto che da almeno un mese le spiagge sono affollate, e non sono pochi quelli che abbandonano i sacchetti con la spazzatura sulla sabbia, il litorale licatese è stracolmo di rifiuti di ogni genere. Spiagge come quella di Marianello, di Mollarella, e del Pisciotto sono pulite solo nei tratti in cui insistono gli stabilimenti balneari, visto che sono gli stessi titolari dei lidi a portar via l’immondizia. Nelle spiagge libere ormai non c’è più quasi posto per sistemare gli ombrelloni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X