Parco della Valle dei Templi: "Pochi custodi e servizi scadenti"

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. «Il Parco della Valle dei templi, è ulteriormente precipitato verso standard di qualità inaccettabili, soprattutto per una sito archeologico che è patrimonio dell'umanità». L’attacco arriva dal Meetup Grillini dei Cinquestelle di Agrigento che chiedono al Govenro regionale di intervenire in fretta sulla vicenda. Il Consiglio del Parco archeologico è decaduto nel 2011 e come è noto da allora questo organismo e la Presidenza sono stati da allora sostituiti da un commissario, Lo scorso 10 giugno del 2014 il periodo di commissariamento, guidato da Gaetano Pennino, si è concluso e si dovrebbe adesso aprire una nuova fase per la ricostituzione dell'ordinario organo di amministrazione. «Sappiamo - spiegano i Grillini - che il commissario ha presentato una nuova proposta per dare vita ad un consiglio del parco che non sia formato da più di 5 componenti, come prevede una normativa nazionale. Attendiamo adesso che attraverso il Consiglio venga assicurata la partecipazione delle autorità del territorio al governo di questo importante Ente. Un'altra promessa non ancora mantenuta è quella della definitiva approvazione del Piano del Parco, trasmesso alla Regione nell'ottobre del 2009. Tutto ciò accade mentre registriamo che solo quaranta sono oggi i custodi in attività nella valle dei Templi. Ne servirebbero almeno un centinaio. La conseguenza della mancanza di personale è che la biglietteria di Porta V è stata chiusa e la stragrande maggioranza dei siti della Valle non possono essere visitati dai turisti, sono chiusi per mancanza di personale. I guai maggiori sorgono nei giorni festivi, quando la carenza di personale è molto critica».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X