Gioca l’Italia, e il parroco di Campobello di Licata rinvia la messa

CAMPOBELLO DI LICATA. Prima la partita di calcio Italia-Uruguay. Poi, quando la sfida calcistica del mondiale brasiliano sarà conclusa, la santa messa e la processione del patrono di Campobello di Licata: San Giovanni Battista. A decidere per il rinvio, martedì, della santa messa, inizialmente prevista per le 18,30 e dunque in contemporanea con il match di calcio previsto alle 18, è stato don Calogero Montana parroco della chiesta di San Giovanni Battista.
«Sarebbe venuta meno gente - ammette don Calogero - e dunque mi è sembrato giusto offrire a tutti la possibilità di partecipare alle celebrazioni. Anticipare la messa alle 17, d'estate, non è davvero ipotizzabile - ha spiegato, ieri, il prete -. Quindi la rimandiamo a dopo l'incontro di calcio e subito dopo la celebrazione eucaristica, alle 20,45, anziché alle 20,30, la processione di San Giovanni Battista».
Don Calogero Montana non cerca clamori. La decisione di spostare la celebrazione eucaristica l'ha presa per far sì che fedeli, devoti e i cittadini di Campobello di Licata - tutti in maniera compatta - possano prendere parte alle celebrazioni in onore del santo patrono, senza "distrazioni". Ma con il cuore ricolmo di fede e pronti alla preghiera piuttosto.
Una scelta simile, forse addirittura più eclatante, venne fatta per i mondiali di Germania del 2006 a Racalmuto. Il nove luglio, in occasione della finale Italia-Francia, la processione in onore della Madonna del Monte, patrona del paese, venne sospesa. Una lunga pausa durata tutta la partita che divise, allora, in due momenti, la celebrazione. L'obiettivo era uno soltanto: gioire in modo composto senza disturbare la Madonna. Ma di esempi simili, nell'Agrigentino, durante ogni mondiale, non ne sono mancati.
Oggi, intanto, a Campobello di Licata, alle 18, la santa messa e al termine la presentazione e benedizione del nuovo quadro della Madonna del Rosario realizzato dall'artista Angelo Monachello. Un quadro che è stato donato alla parrocchia San Giovanni Battista in sostituzione di quello rubato qualche anno addietro. Seguiranno i vespri solenni e alle 21, in piazza XX Settembre, spettacolo musicale "Voci e musica". Lo spettacolo sarà condotto da Bernardo Napoli. I festeggiamenti proseguiranno martedì, il giorno clou della festa. Giorno della processione del simulacro del Santo. Da mercoledì a sabato, "Festa della parrocchia", in calendario processioni con quadro del sacro Cuore, Santo Rosario e Santa Messa, con inizio alle ore 17,15. Venerdì, in piazza, concerto musicale degli alunni della scuola "San Giovanni Bosco" di Campobello di Licata. Domenica 29, cinquantunesimo anniversario di sacerdozio di don Calogero Montana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook